silvanobau

Lorem Ipsum
$ 12,34
Silvano Bau'
Vai ai contenuti

Menu principale:

SILVANO GIOVANNI BAU'

Una nota biografica .....scritta da Lavinia Bau' in occasione del raduno dei Baù

Silvano Giovanni Baù è nato a Cologna Veneta (Vr) nel 1947. Alla fine degli studi classici, con l'approvazione di mamma Lavinia e papà Pietro decide di intraprendere la carriera universitaria in Medicina a Padova. Oggi è un medico affermato e stimato, lavora e vive a Soave oramai dal 1978.
Da una decina di anni,nel tempo libero, ha iniziato un pò per gioco,un pò per passione a coltivare una personale e originale attenzione all'arte figurativa e pittorica. (Siba così si fa chiamare in arte...ama sottolineare con amici e conoscenti come questo sia un modo divertente e divertito di trascorrere quel poco di tempo libero che la profesione di medico gli permette di avere..
.)
Se in un primo momento realizza per lo più disegni fatti a mano libera, usando pastelli e matita, concentrandosi sulla linea, sulle figure umane e animali, sui visi e i corpi o su figure inanimate, in un secondo momento con la scoperta e l'uso di alcuni programmi del computer il suo disegno, come per magia, si tecnologizza.
Il disegno più semplice viene trasformato, acquista consitenza plastica, tridimensionale e le diverse "superfici" si sovrappongono, i colori tenui si fanno artificiali e irreali. La fonte di luce è impressa sul foglio, e sorge un sole amico, quesi sempre presente nel paesaggio.
Con il computer la pittura è vista da un'altra stravagante prospettiva. Il pennello, la china e la matita, le cere si intrecciano all'elaborazione computerizzata creativa ed imprevista, in una mistura di trattie forme nuove; le figure a volte sono deformate a mano libera a volte ingrandite o capovolte. Un bell'effetto ottico!.
Il suo stile è anche una rete gettata nella pubblicità odierna della carta stampata e della fotografia.
I soggetti sono molteplici, spicca però in assolutola figura  dell'uomo e della donna.
Un corpo sottile e fiero che camminain un paesaggio surreale, ma a nche il viso di un giovane pensieroso, un Cristo sofferente ed infine le mani-albero,nere, che proteggono l'uomo dagli eventi più inaspettati e terribili
Torna ai contenuti | Torna al menu